- Charlie dice che in battaglia si fanno colpire subito, poi dormono fino alla fine. Sono bravissimi a morire.
- Ma che dici?
- Intendo il modo in cui cadono. Si esercitano a far finta di essere colpiti.
- Non ci posso credere. Si "esercitano"? Si mettono in cortile e si buttano a terra? Chi sono, i Monty Python dei bifolchi? 'Sti tipi sono divertenti quando stanno insieme.


Nella contea di Tishomingo nel Mississippi si sta per arrivare ad uno scontro per il controllo dello spaccio di droga: trafficanti di Detroit contro criminali locali. Trama lineare e semplice, pero` a scriverci sopra un romanzo e` Elmore Leonard, classe 1925, autore di svariate decine di libri, ammirato da scrittori e registi, capace di avvolgere il filo del racconto in spire e labirinti di azione e dialoghi (Tarantino ha portato sullo schermo un suo romanzo del '92 con Jackie Brown).
In questa storia per prima cosa c'e` Tunica, Mississippi: casino`, droga, prostitute ed ex poliziotti ora criminali della mafia sudista, altrimenti detta mafia disorganizzata.
"Tesoro, la gente viene a Tunica per divertirsi, non importa come, e per spendere i suoi soldi...
E` tutto li`, soldi: si vendono le droghe, si rapinano i casino`, si spara alla gente... Ho preso in considerazione di tornare ad Atlanta, ma la sai una cosa? Mi piace stare qui, succede sempre qualcosa"
.

Il lettore all'inizio del romanzo arriva a Tishomingo insieme a Dennis Lenahan, campione di tuffi dalla piattaforma: "diceva che se mettevi una moneta da cinquanta centesimi sul pavimento e la guardavi stando in piedi, ecco, quella era la vasca vista dall'alto, da una torre di venticinque metri". Dennis si deve esibire per alcune settimane al Tishomingo Lodge & Casino`. Un assassinio complica subito le cose, e a farle deviare del tutto dal loro, sperato, placido corso verso una serie di complotti e regolamenti di conti ci pensa Robert Taylor, gangster di Detroit, nero, appassionato di storia e di blues, musica che costituisce la colonna sonora dell'intero libro.

Nel racconto e nello svolgersi del suo intreccio la sensualita` e l'intelligenza femminili sono messe in primo piano e giocano un ruolo essenziale: Berenice, Anne, Loretta, le donne del romanzo, sono descritte vicino a uomini mediocri come Charlie, Jerry o Arlen per far risaltare ancora di piu` tutto il loro fascino, reso con realismo e passione (diversamente da quello che succede in molti romanzi ambientati nel mondo del crimine, qui si ha l'impressione di trovarsi davanti delle vere donne e non delle figure, piu` o meno fatali, appiccicate di fianco all'eroe o cattivo di turno).
Nel clima rovente del profondo Sud, poi, la gente e` strana, anche se puo` avere tutto il whiskey legale che vuole preferisce la roba fatta in casa, di contrabbando, in ricordo forse dei vecchi tempi. E in questa storia l'immersione nel passato si spinge anche parecchio piu` in la`: a conclusione del romanzo va in scena una rievocazione di una battaglia storica tra Confederati e soldati dell'Unione. I personaggi del libro saranno tutti li`, attori di quella che dovrebbe essere un'attrazione turistica e che si trasformera` invece in una rocambolesca resa dei conti.
Donne affascinanti, tuffi dal trampolino, complotti che si incastrano uno dentro l'altro, blues, azione e dialoghi che scorrono via ad un ritmo forsennato: cosa volete di piu` dalla vita? Un Lucano distillato di contrabbando?

"La roba che smerciavo io era di prima qualita`, quasi nessuno si mai sentito male, pero` dovevi berla appoggiato o aggrappato a qualcosa, senno` potevi cadere e sbattere la testa".


Elmore Leonard, Tishomingo Blues (2001)
tr. di Wu Ming 1
2003, Einaudi, pp.302, 14,00 Eur


30 giugno 2003


[ Home ] [ Recensioni ] [ Top ]