Del noto autore teatrale inglese Alan Bennett, nato nel 1934, mio era capitato di leggere due brevi romanzi: La cerimonia del massaggio (Adelphi, 2002), allegro e duro, e La signora del furgone (Adelphi, 2003), bello e commovente, e non avevo fatto fatica a comprendere di trovarmi di fronte a uno scrittore abile e di valore, che associa l'humour a una feroce satira sociale: fa ridere e bastona. Qui voglio dire solo di Nudi e crudi ma e` difficile per me estrapolarlo dal contesto delle altre due letture. Quelli di Alan Bennett sono libri che non superano le 100 pagine, intensi e diretti e, una volta letti, impossibile dimenticarli.

In Nudi e crudi si narra la storia di una disgrazia che si trasforma in fortuna (una volta tanto...). Una matura coppia di benpensanti londinesi va a teatro e quando torna a casa non trova piu` nulla: completamente vuota, i ladri hanno portato via persino la carta igienica. Ecco l'incipit:
"Casa Ransome era stata svaligiata. "Rapinata" disse Mrs. Ransome.
"Svaligiata" la corresse il marito. Le rapine si fanno in banca; una casa si svaligia: Mr. Ransome era avvocato e riteneva che le parole avessero la loro importanza".


Allora i due devono ricominciare tutto dall'inizio per quanto riguarda l'arredo della casa. O, meglio, deve farlo la moglie, visto che Mr. Ransome e` troppo preso dal lavoro di avvocato. La donna si mette alla ricerca di mobili nuovi, di utensili e di tutto quello che occorre a una casa completamente vuota. Gira a lungo per la citta` in cerca di negozi a buon mercato, di cose nuove, allegre e scopre un mondo nuovo, che lei non avrebbe mai immaginato. Trova di tutto: gente di altri paesi, abitudini diverse... e` una scossa che la fa riflettere e la porta a conoscere meglio se stessa, a sondare le tante repressioni in cui viveva, e poi l'ipocrisia del marito, del loro mondo abitudinario.
Quando infine in casa torneranno i vecchi mobili la donna avra` dentro di s un arredo tutto nuovo.


Alan Bennett, Nudi e crudi (The Clothes They Stood Up In, 1996)
trad. di Giulia Arborio Mella e Claudia Valeria Letizia
2001, Adelphi, pagg. 95, euro 7,00


Roma, 19 novembre 2004


[ Home ] [ Recensioni ] [ Top ]