Una piacevole sorpresa, nelle sale dall'11 maggio: il film dell'esordiente Davide Marengo potrebbe anche aprire una nuova strada al cinema italiano, perchč č una commedia giallonera che si propone di divertire e ci riesce, senza ricorrere alla grevitā delle nostre commedie e alla spocchia autorale dei nostri noir metropolitani.

Scritta, interpretata, diretta, musicata e montata in modo ineccepibile, ha la professionalitā dei film americani senza del tutto rinunciare all'intelligenza e all'ironia che in quelli latita spesso, e mantiene quasi sempre un non facile equilibrio fra le sue varie componenti, compresa quella grottesca e quella dell'action-movie (l'inseguimento fra autobus č un pezzo da antologia). A me ha ricordato "Tutto in una notte" di Landis; e IMO potrebbe deliziare Tarantino.

Giovanna Mezzogiorno, incidentalmente, riesce ad essere brava anche in uno stereotipo da film di genere. Per la cronaca, non conosco, non ho mai sentito nominare e non ho debiti di riconoscenza nč con il regista nč con il produttore.


[ Home ] [ Recensioni ] [ Top ]