Quando ti rendi conto che una regista come Kathryn Bigelow e` rimasta inattiva per oltre un lustro, c'e` veramente da arrabbiarsi: soprattutto quando il suo primo film dal 1995 e` bello come questo The Weight of Water -che esce da noi accompagnato da un titolo italiano brutto e un manifesto bruttissimo. Ci si scopre a pensare con rancore alla 20th Century Fox (che sostanzialmente ritiro` dalla circolazione un film discutibile ma interessante come Strange Days contribuendo non poco al suo tonfo commerciale) e persino a Luc Besson per il tempo che la Bigelow ha perso a preparare quel Giovanna D'Arco che poi Besson ha dovuto dirigersi da solo per poterci mettere la sua Milla.

Ma l'importante e` che la Bigelow sia tornata, e con un film in cui finalmente l'azione adrenalinica non distrae dalle psicologie e dall'atmosfera. Tratto da un romanzo basato su un fatto di sangue realmente accaduto attorno al 1870, Il mistero dell'acqua intreccia il "giallo antico" di due donne assassinate a colpi d'accetta con un noir contemporaneo di cui sono protagoniste due coppie di intellettuali che si concedono una vacanza in barca a vela che ha per meta il luogo del delitto.

Meglio evitare dettagli sulla trama, perche` il film e` di quelli da scoprire piano piano godendosi ogni svolta. Ma si puo` dire che fra la storia di ieri e quella di oggi rintoccano echi inafferrabili e inspiegati; e che, no: anche se qualche rivelazione piu` o meno inattesa salta fuori verso la fine, non ci saranno colpi di scena artificiosi, falsi finali o concordanze a rima baciata fra le due storie. I due fili narrativi si sviluppano pero` in un'incalzante e inestricabile alternanza fra l'oggi e lo ieri -e a pochi mesi da Frequency ce ne sarebbe gia` abbastanza per individuare in questo montaggio alternato sovratemporale una tendenza stilistica e narrativa degna di maggiore attenzione critica.

Il mistero dell'acqua e` un magnifico thriller tutto di testa, in cui i giochi di sguardi sono piu` importanti (e piu` profondamente inquietanti) dell'ombra di un'ascia che si profila su un muro: si pensa, insomma, piu` a Picnic ad Hanging Rock che a uno slasher, anche se il film dovrebbe far contenti anche i fanatici dell'horror grafico. La Bigelow gestisce da maestra i codici visivi e acustici del racconto cinematografico: la splendida fotografia di Adrian Biddle cambia personalita` da una scena all'altra, il ricorso a soluzioni come il bianco e nero e il freeze frame non e` mai gratuita ne` ovvia, e al suono e` dedicata un'attenzione che da sola meriterebbe al film una seconda visione.

E una terza visita sarebbe giustificata da un cast magnifico e magnificamente utilizzato: se Ciaran Hinds sembra abbonato a ruoli da vittima delle passioni, Sean Penn si conferma uno di quegli attori capaci di essere grandi senza apparentemente muovere un muscolo; il personaggio di Elizabeth Hurley e` capace di far dimenticare per sempre il cubetto di ghiaccio di Nove settimane e mezzo, mentre Catherine McCormack si e` trasformata -dalla sfortunata ma solare ragazzona di Braveheart- in uno splendido volto tormentato; last but not least da segnalare Sarah Polley, la ragazzina del Dolce domani (ma ancor prima la detestabile bambinetta del Barone di Munchausen di Gilliam), che domina tutto il flashback del film con occhi da cui e` pressoche` impossibile staccare lo sguardo.

Con Il mistero dell'acqua la Bigelow recupera finalmente la voce personale e originalissima dimostrata a suo tempo nel magnifico e troppo presto dimenticato Il buio si avvicina: una voce che sembrava essersi un po' omologata nella pur magistrale confezione di actioners come Point Break, Blue Steel e lo stesso Strange Days -tutti realizzati durante il matrimonio dell'autrice con James Cameron. Stabilire se esista o meno un nesso fra la fine di quell'unione e lo stile di questo nuovo film e` un'impresa che si puo` lasciare ai biografi e agli appassionati di cronaca rosa: ma allo spettatore resta la soddisfazione di poter riaggiornare la lista dei propri registi preferiti.


Aprile 2001


Scheda del film
Titolo originale: The Weight of Water
del: 2001 (Francia / USA)
Diretto da: Kathryn Bigelow
Sceneggiatura di: Alice Arlen
Soggetto di: Anita Shreve
Interpreti: Catherine McCormack (Jean Janes)
  Sarah Polley (Maren Hontvedt)
  Sean Penn (Thomas Janes)
  Josh Lucas (Rich Janes)
  Elizabeth Hurley (Adaline Gunne)
  Ciarán Hinds (Louis Wagner)
  Ulrich Thomsen (John Hontvedt)
  Anders W. Berthelsen (Evan Christenson)
  Katrin Cartlidge (Karen Christenson)


[ Home ] [ Recensioni ] [ Top ]