Terrificante.

E’ terrificante quanto sia incapace di scrivere Franck Thilliez. “La macchia del peccato” è un romanzo del 2003, pubblicato ora in Italia, sulla scorta dei buoni dati di vendita dell’autore, per lo meno in Francia, dove ha anche vinto alcuni premi (nel 2006 e nel 2007).

Nel romanzo in questione Franck Sharko, detto Shark (notevole lo sforzo di fantasia), commissario della Polizia Giudiziaria di Parigi indaga su omicidi commessi da un serial killer con contorno di citazioni bibliche, tecniche sadomaso e il resto dell’armamentario. Ho finito il libro per il solo motivo che mi è parso di intuire chi fosse il colpevole già ben prima di metà del romanzo, volevo una conferma della banalità della trama: l’ho avuta, il colpevole era chi sospettavo.

Thilliez adora i puntini di sospensione: in cinquanta pagine ne ho contati circa centoventi. Il fatto interessante è che il testo è scritto in prima persona da Franck Sharko, però nelle pagine che ho esaminato compare anche una lettera scritta dal serial killer: eh sì, anche qui puntini di sospensione a pioggia, un vero tocco di classe. Ovviamente il testo è un thriller banale costruito per il mercato, che credo abbia apprezzato lo “sforzo” (romanzi e premi lo confermano), però anche nell’arte dell’intrattenimento esiste chi è in grado di comporre un’opera dotata di realismo, oppure ironia, o semplicemente scritta con uno stile frutto di letture e talento: tutte cose che mancano a Franck Thilliez. Nel suo romanzo l’autore inserisce passaggi del tipo: “Il sagrato della paura mi stendeva il suo tappeto rosso; mi stavo avventurando in un’impresa assassina il cui cuore non aveva ancora smesso di battere…” (i puntini sono dell’autore, ovviamente).
O ancora: “Andrò sino in fondo, finché rimarrà solo uno di noi due. Tutto è già stato scritto, tutto…”. Sì, in “Highlander” magari. Concludendo, se è anche vero che “tutto è già stato scritto”, una cosa la si può ripetere: Franck Thilliez in questo suo “La macchia del peccato” fa davvero pena.


Franck Thilliez, La macchia del peccato (Train d'enfer pour Ange rouge) (ed. or. 2003)
pp. 375, 18,60 euro, Edizioni Nord, 2009.

Ottobre 2009


[ Home ] [ Recensioni ] [ Top ]