Black&jazz: noir

Lo scrittore di colore Chester Himes rappresenta uno sguardo assolutamente originale sul noir tra i ’50 e i ’70. Himes, dopo assai poco nobili trascorsi in prigione per rapina a mano armata –7 anni-, inventa la serie dei poliziotti neri Coffin Ed Johnson (Ed la Bara) e Grave Digger Jones (Jones lo Scavafossi) [1]. Insieme a Rage in Harlem (Rabbia ad Harlem, 1957), The Big Gold Dream (Il grande sogno d’oro, 1960), The Heats on (Caccia al tesoro, 1966) e Cotton Comes to Harlem (Soldi neri & ladri bianchi, 1965), il grandissimo Blind Man With a Pistol (Cieco, con la pistola, 1969) ci offre l’inedita, per l’epoca, visione di una Harlem "dove i fasti dell’era del Cotton Club non sono ancora stati cancellati dal degrado [...] un mondo popolato di spacciatori, finti predicatori, imbroglioni di ogni risma, donne mozzafiato e pusher travestiti da suore" [2].

In ogni lavoro di Himes –ma in Blind Man With a Pistol soprattutto-, la questione razziale e` centrale, ma essa non e` trattata con furente ideologismo anti-bianchi. Himes non lesina scherno e ripudio per i fanatici di colore che a vario titolo manipolano la sua gente, non facendo altro che accrescere confusione e violenza, mentre arricchiscono le proprie tasche. I bollori estivi di Harlem, la promiscuità, il sesso –quello spicciolo delle lucciole, quello trasgressivo dei gay-, la musica jazz, un’abbondante dose di humour e stramberia, le ingiustizie secolari perpetrate dai bianchi ai danni dei neri: tutti questi elementi il genio di Himes ha saputo, con diverse formule, miscelare, dipingendo il quadro della follia del ghetto, dell’assurda tensione e miseria che vi domina.

I due detective, in perenne conflitto col codice, vorrebbero reagire, attenuare il disagio, anche con la forza, ma in realta` non e` che possano far molto: "un cieco con una pistola [...] ha sparato a un uomo che lo aveva schiaffeggiato sulla metropolitana, uccidendo un innocente passante che stava leggendo in santa pace il giornale al di la` dei binari. E io ho pensato, e` proprio cosi`, sembra di sentire il telegiornale di oggi: rivolte nei ghetti, guerra in Vietnam, imprese masochistiche in Medio Oriente. E poi mi sono venuti in mente alcuni tra i piu` spacconi dei nostri leader, che incitano i nostri vulnerabili fratelli a farsi ammazzare, e allora ho pensato che tutta questa violenza senza organizzazione e` proprio come un cieco con la pistola" [3].
Alla moglie (bianca), che soleva ignorare i problemi interrazziali e la questione nera, Himes disse una volta: "Sei l’unica vera daltonica che io abbia mai incontrato" [4].

Black on Black, per dirla con il titolo di un suo lavoro (1973). Tra gli adattamenti, tutti comunque piu` vicini al dramma che al noir, vanno menzionati almeno Cotton Comes to Harlem (Pupe calde e mafia nera, O. Davis, 1970), dall’omonimo libro, seguito dal mediocre Come Back, Charleston Blue (Harlem Detectives, M. Warren, 1972), e A Rage in Harlem (Rabbia ad Harlem, B. Duke, 1991), anch’esso tratto dall’opera omonima.

Himes resta secondo molti critici lo scrittore di colore piu` dotato dell’intera storia della letteratura poliziesca. Walter Mosley, l’autore di un ciclo di romanzi "coloured", sembra essere bene incamminato sulla stessa strada. Ma le vette toccate da Himes sono, per ora, lontane. Ne riparleremo, semmai, piu` in la`.

Quanto alla reperibilita` dei libri di Himes, i migliori sono stati ristampati dall’editore Marcos y Marcos e debitamente rintracciabili. Vivamente consigliati a chi cerca di sfuggire alla routine dell’ordinario.


Chester Himes, Cieco, con la pistola (Blind Man With a Pistol, 1969)
tr. di Sandro Ossola
1993, Marcos y Marcos, 12,39 euro




Note:

[1] F. FOSSATI, Dizionario del genere poliziesco, Milano, Vallardi, 1994, pp. 33-34.

[2] P. BIAMONTE, Quando la vita diventa una sfida, http://www.cinemorfo.com/squid.php?squidid=2045.

[3] C. HIMES, Introduzione in ID., Blind Man With a Pistol, 1969, trad. di S. Ossola, Cieco, con la pistola, Milano, Marcos y Marcos, 1993, p. 7.

[4] M. OSTROWSKI, Life After Chester, http://www.spikemagazine.com/0899lesleyhimes.htm.


Mario Tirino, Febbraio 2004


[ Home ] [ Recensioni ] [ Top ]