Un appassionato di letteratura poliziesca dell'eta` d'oro, per quanta familiarita` possa avere raggiunto nutrendosi di atmosfere christiane, legate alle tranquille ruralita` in cui si muove l'intraprendente Miss Marple e alle tenute Vittoriane che fanno da sfondo alle indagini del Piccolo Belga, o di quelle attraverso le quali la Sayers descrive i suoi Clubs esclusivi e i grandi alberghi fin du sičcl in cui Lord Peter Wimsey e` di casa, scrutando il prossimo attraverso il suo monocolo e affettando modi tipicamente oxfordiani, non puo` dire di essersi mai calato appieno nel piu` profondo, autentico, clima britannico se non ha ancora letto quella piccola perla del suo genere che e` L'Ammiraglio alla deriva (The Floating Admiral, 1931).

Dodici scrittori membri del celebre Detection Club, associazione di autori di romanzi polizieschi che ancora oggi in Inghilterra annovera i migliori professionisti del genere, cimentandosi in questa opera corale contribuiscono, ciascuno con una tessera del mosaico, allo sviluppo della storia fornendo apporti che, pur differenziandosi per stile e tecnica, raggiungono livelli di maestria egualmente alta.
Le regole stabilite in partenza sono soltanto due: ogni partecipante dovra` scrivere il proprio capitolo avendo ben chiara la sua possibile soluzione che per lealta` verra` consegnata in busta chiusa insieme al manoscritto, ed inoltre ciascuno sviluppera` la traccia che gli verra` affidata dal suo predecessore in conformita` con quanto e` stato presentato al lettore fino a quel momento.
Insomma un testimone che passa di mano in mano, dando vita ad un rompicapo dal sapore piu` inglese di una tazza di te` verde e fumante sorbita con pasticcini e tartine imburrate in uno dei saloni del Bertrand Hotel.

Il fiume Whin che scorre noncurante con le sue turbinose maree fa da sfondo a questo dramma. Lungo una delle sue rive, a bordo di una barca viene rinvenuto il cadavere del vecchio ammiraglio Penistone pugnalato al cuore. Nel suo passato di vecchio marinaio un mistero infamante non ancora del tutto chiarito, svoltosi nei lontani mari della Cina, pone inquietanti interrogativi ai quali l'Ispettore Rudge, della polizia di Contea, e` chiamato a far luce. Un Vicario poco avvezzo al giardinaggio che si trincera dietro ad un riserbo tutto sacrale, un vecchio pescatore reticente, ex sottoufficiale di marina in pensione, che alle prime ore dell'alba rinviene la vittima, la nipote dell'ammiraglio che improvvisamente convola a improvvise quanto inopportune nozze con un efficiente e risoluto uomo d'affari, il fratello di lei di cui da anni la famiglia sembra non avere piu` notizie, un reporter intraprendente ma troppo sensibile alla vista del sangue, un ex funzionario della dogana distanziato in Cina, sono i personaggi che fanno da sfondo a questo insolito omicidio fluviale in cui i flussi delle maree hanno un ruolo determinante e la cui spiegazione sembra da ricercarsi in parte nei lontani fatti di HongKong e in parte nei pių attuali misteri locali.
Un ispettore di polizia, quello che ci viene presentato, totalmente distante dalle solite figure geniali e vanagloriose di tanti suoi colleghi letterari, che riunisce in se` spiccate doti di intuito, in comune con la celebre zitella di St.Mary Mead, unitamente ad una capacita` di analizzare i fatti ed elencarli ordinatamente, al pari di un Poirot di provincia, e ad una pazienza e una umanita` che non puo` non richiamare alla mente per certi versi l' eroe di Simenon.

In apertura una prefazione di Doroty Sayers, in cui, oltre a argomentare sulla natura e gli scopi del Detection Club, di cui lei stessa fu Presidente, si descrivono le modalita` di compilazione dell'opera e le regole stabilite, di comune accordo tra gli autori, per disciplinarla. Al termine dei dodici capitoli seguono in appendice i diversi finali immaginati da ciascun autore, con spiegazioni e interpretazioni diverse dei fatti e degli indizi via via costruiti nell'arco dell'intera narrazione. In coda a tutto il parere legale di un tecnico incaricato di disquisire sulla validita` di un testamento che potrebbe aver rivestito un ruolo determinante su tutta la vicenda.

Una bella gara d'investigazione quindi tra professionisti di quella che, a buon diritto, potrebbe chiamarsi "la complessa arte del delitto".


Detection Club, L'Ammiraglio alla deriva (The Floating Admiral, 1931)
Malavasi Editore (in omaggio su abbonamento).


23 marzo 2005


[ Home ] [ Recensioni ] [ Top ]